Piscine dello stadio- Terni: chi deve rimborsare gli utenti ?

Sono mesi , fin dal principio di questo 2022, che Codici Terni tenta di fare luce sulla vicenda delle Piscine.

Sono mesi , fin dal principio di questo 2022, che Codici Terni tenta di fare luce sulla vicenda delle Piscine dello Stadio.

L’impianto sportivo, polivalente e di avanguardia, è stato inaugurato solo pochi anni fa ed è divenuto il punto di riferimento di cittadini e di sportivi , adulti e minori.

Il Comune di Terni, con concessione del 11.03.2012, ne ha affidato la realizzazione, la manutenzione e la gestione alla Piscine dello Stadio srl.

Quest’ultima aveva il diritto di concederne la gestione a soggetti terzi purchè gli stessi fossero in possesso di determinati requisiti e purchè garantisse, solidalmente, la manutenzione e gli obblighi derivanti dagli impegni assunti dal subconcessionario . (art. 27 del contratto di concessione).

Sono note le vicende di questi ultimi mesi.

L’impianto è stato chiuso e la società sub concessionaria è fallita.

https://www.umbriaon.it/terni-game-over-piscine-dello-stadio-fitness-wellness-ce-la-sentenza-di-fallimento/

Dal momento della chiusura molte promesse da parte di politici ed assessori ma nessun impegno concreto, di natura contrattuale, nei confronti di cittadini (veri titolari della struttura e del diritto a praticare sport) ed abbonati.

Solo silenzio.

Codici Terni si è così attivata e solo dopo molti mesi e puntuali richieste di accesso agli atti generalizzato (come disciplinato al comma 2 dell’art. 5 del d.lgs. 33/2013, come  modificato dal d.lgs. n. 97/2016) e l’intervento del Dr. Matteo Sperandeo, responsabile della prevenzione della trasparenza per il Comune di Terni, è stato possibile ottenere il contratto di concessione del 11.03.2012.

Se per un verso è emersa la piena responsabilità contrattuale del concessionario (la Piscina dello Stadio srl) per altro verso è risaltata l’assoluta assenza di meccanismi di garanzia (carta dei servizi, fidejussioni bancarie) approntati dal concedente a favore di cittadini ed utenti.

Codici Terni, preso atto della situazione,  è nuovamente intervenuta e, questa volta, con missiva del 01.07.2022 ha invitato il concessionario a rimborsare gli abbonati ed a ripristinare l’uso dell’impianto ed il Comune di Terni ad adeguare le condizioni di concessione per realizzare una piena garanzia dell’utenza e dei cittadini.

Se i nostri interlocutori continueranno a rimanere disattenti Codici Terni segnalerà l’accaduto alla Corte dei Conti ed attiverà le procedure necessarie per avviare una class action.

Continuate a seguirci.

Seguiteci anche sui social
error4
fb-share-icon
Tweet 20
fb-share-icon20

This article was written by codiciumbria

La Storia "CODICI" Centro per i Diritti delCittadino, è un'Associazione di cittadini impegnata ad affermare, promuovere e tutelare i diritti dei cittadini con particolare riferimento alle persone più indifese ed emarginate. Nasce 1987 come CO.DI.CI. e si afferma nel 1993 come coordinamento di associazioni per la tutela dei diritti del cittadino, nel 1998 scioglie la sua struttura confederativa e si trasforma nell' Associazione CODICI centro per i diritti del cittadino, quale associazione impegnata ad affermare i diritti dei cittadini consumatori, senza distinzione di classe, sesso, credenza religiosa e appartenenza politica. Un'attività presente in modo capillare sull'intero territorio nazionale. l'Associazione, infatti, con le sue sedi regionali e provinciali, si caratterizza per il contatto diretto che cerca di creare con i cittadini, al fine di cogliere le reali necessità ed offrire soluzioni concrete. CODICI è: Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ONLUS, il cui scopo è quello di intraprendere ogni attività culturale, politica e giuridica tesa alla promozione, all'attuazione e alla tutela dei diritti del cittadino Associazione Nazionale di Promozione Sociale, riconosciuta presso il Ministero del Welfare, e intraprende tutte quelle azioni che favoriscano l'affermazione di una società democratica e solidale, per la diffusione della cultura, della legalità e del diritto alla cittadinanza. Associazione Nazionale di Consumatori ed Utenti, riconosciuta presso il Ministero delle Attività Produttive; promuove e favorisce una politica di tutela e di informazione in favore dei consumatori. Associazione nazionale antiusura e antiracket, riconosciuta dal Ministero dell'Interno e si prodiga nell'assistenza e solidarietà ai soggetti danneggiati da attività estorsive e dall'usura. GLI STRUMENTI Il CODICI si avvale di variegati strumenti per offrire un servizio utile ai cittadini: lo sportello, presente in tutte le sedi, cui i cittadini possono rivolgersi per segnalare violazioni di diritti, ricevendo un'informazione diretta da parte di operatori specializzati; l'ufficio legale, cui afferiscono i cittadini che hanno subito vessazioni e ingiustizie da parte delle istituzioni pubbliche o private, ricevendo tutela giudiziaria e stragiudiziale; i gruppi territoriali, persone che si confrontano periodicamente sulle problematiche locali ed elaborano azioni di tutela per i cittadini; il Centro Studi, formato da personale qualificato che attraverso dei gruppi di lavoro permanenti analizza ed elabora strategie di intervento in risposta a diversi fenomeni di disagio sociale; l'ufficio stampa organizza conferenze, convegni, e, attraverso una costante attività di monitoraggio e redazione, interagisce con gli organi di informazione e stampa. 

error

Ti piace questo blog? Per favore spargi la voce :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: